orti-piazza-duomo
,

Orti in Piazza Duomo

La Natura arriva in Piazza Duomo, nel cuore di Milano. E lo fa (o meglio, lo farà) sotto forma di graminacee e piante aromatiche. Tutto nasce da un concorso di idee lanciato dal Comune di Milano lo scorso autunno e conclusosi a dicembre 2013: aperto a tutti i cittadini, privati e imprese, invitava i milanesi a proporre un progetto di riqualificazione green di Piazza Duomo. A patto di rispettare determinati vincoli monumentali, gli arredi e i manufatti esistenti, il progetto vincente si sarebbe occupato della manutenzione dell’area per i tre anni successivi. A gennaio sono stati proclamati i vincitori: Nespoli Vivai, Konica Minolta e lo studio di architettura Lissoni.

La valorizzazione degli spazi verdi, esistenti e da inventare, in Piazza Duomo consisterà nella creazione di due boschetti ai lati della piazza, caratterizzati da alberi di media altezza (come carpini e clerodendri, per esempio), mentre l’aiuola centrale diventerà una sorta di orto didattico, costruito su diversi livelli, ciascuno dei quali dedicato alla storia e alla tradizione agricola lombarde. Grano, avena, segale, orzo, menta, ruta, lavanda, rosmarino, potrebbero essere solo alcune delle piante coltivate nel rinnovato cuore verde di Piazza Duomo.

L’assessore al Verde del Comune di Milano, Chiara Bisconti: “Cambiamo volto alla piazza più cara ai milanesi promuovendo un progetto in piena sintonia con Expo 2015 sia nella scelta delle piante presenti, sia nello spirito della cura del verde: non più solo ornamentale, ma legato alla storia del territorio, alle specie presenti nelle nostre campagne. L’alternanza di diverse piante nei grandi contenitori centrali durante tutti i mesi dell’anno consentirà di avere verde e fiori in tutte le stagioni. Sarà un ‘orto’ didattico: un cartello, discreto ma esauriente, provvederà a informare con precisione i cittadini dei contenuti e del significato del nuovo verde di piazza del Duomo. Gli alberi daranno un aspetto più accogliente alla piazza. La nuova sistemazione sarà a costo zero per l’Amministrazione comunale, in quanto sarà uno sponsor privato a sostenere tutti gli oneri di realizzazione e successiva, manutenzione per tre anni”.

Clicca qui per vedere il rendering del progetto.

Fonti: Expo2015, Ecodellacittà, Comune di MilanoFlickr-Comune di Milano

Commenti

comments