storia-della-piadina-romagnola
,

Storia della piadina romagnola: dall’originale a quella senza lievito

Chi non conosce la piadina? Questo particolarissimo sostituto del pane oggi è diventato uno degli street food italiani per eccellenza, consumata tanto in Italia quanto all’estero. È uno dei cibi emblema della Romagna, tanto che Pascoli la definì “il pane, anzi il cibo nazionale dei romagnoli“. Ma qual è la storia della piadina romagnola?

Tutto iniziò già con gli Etruschi, che consumavano un tipo di pane molto simile alla piadina odierna, per poi proseguire con i romani. La piadina è stata per molto tempo un cibo contadino, povero, ma oggi è apprezzato veramente da tutti.

Cosa prevede la ricetta originale? Farina, strutto, bicarbonato, sale e acqua. Ma come per ogni ricetta italiana, ogni zona o paese ne ha data una propria interpretazione. Ogni “azdora” romagnola costudisce gelosamente la propria ricetta: c’è chi usa il latte al posto dell’acqua, chi il lievito al posto del bicarbonato, chi l’olio invece dello strutto e così via…

Indipendentemente dalla ricetta, il metodo di cottura rimane sempre quello: in passato veniva cotta su una sorta di teglia, chiamata “testo“, di terracotta (usato ancora da alcune nonne) mentre oggi si preferiscono teglie metalliche o di pietra.

Ma la storia della piadina non finisce qui. Nel 2014, dopo molto battaglie, la piadina è stata finalmente insignita del marchio IGP, sia per quanto riguarda la versione classica che la variante riminese.

Nell’entroterra, verso Forlì e Ravenna, la piadina è più piccola e spessa rispetto a quella che si può trovare sulla costa, molto più sottile e stesa. Ma ne esiste anche una versione dolce: durante la festa della Madonna del Fuoco a Forlì si prepara un particolare tipo di piadina che prevede l’aggiunta dell’aroma di anice. Curioso vero?!

Oggi il fenomeno della piadina è sempre più in evoluzione: versioni vegane, senza lievito, con farine particolari e tante nuovissime farciture che fanno di questa pietanza un vero stendardo della versatilità.

Allora cosa aspetti? Prova la nostra piadina senza lievito, l’ideale per un pranzo veloce leggero e salutare!

Commenti

comments