Semi in cucina: proprietà e come utilizzarli
,

Semi in cucina: proprietà e come utilizzarli

Così piccoli, eppure così grandi: i semi sono un vero e proprio concentrato di valori nutrizionali, molto gustosi e versatili, capaci di dare quel tocco in più ad ogni pietanza.
Tante sono le varietà sempre più presenti nelle nostre tavole.
Allora scopriamo in questa guida alcuni tra i semi più utilizzati, le loro proprietà e come impiegarli al meglio in cucina.

 

Semi di lino

I semi di lino sono semi oleosi ricavati dalla pianta del lino: specie vegetale molto utilizzata in Etiopia ed Egitto per le sue innumerevoli proprietà.

I semi di lino possono essere consumati secchi oppure dopo averli tenuti in ammollo in acqua.

Il loro sapore ricorda vagamente quello della nocciola e possono essere aggiunti a: insalate, piatti a base di legumi e cereali (riso, quinoa e farro). Ottimi da gustare anche a colazione o a merenda per arricchire lo yogurt oppure un frullato di frutta.

Scopri qui le 3 proprietà dei semi di lino che ti faranno dire: WOW! 

 

Semi di papavero

Da sempre utilizzati nella preparazione di dolci, soprattutto nei paesi nordici, ma anche per preparazioni salate, per guarnire il pane, i semi di papavero sono arrivati anche nella nostra cucina.

Proprietà dei semi di papavero…scoprile qui 

Ti stai chiedendo cosa puoi preparare con i semi di papavero?

Posso essere utilizzati semplicemente come decorazione di un piatto oppure aggiunti ad una preparazione per dare un po’ di croccantezza, ma possono essere anche l’ingrediente principale di alcune ricette salate. Ne sono un esempio i nostri Mini crackers Grano Saraceno con semi di papavero – Senza Glutine: uno snack appetitoso per chi ama i sapori decisi e che vuole assaporare la bontà e l’attenzione delle materie prime provenienti da agricoltura biologica.

 

Semi di canapa

Lo sapevi che i semi di canapa che si usano a fini alimentari vengono ottenuti dalla specie Cannabis Sativa? Priva degli effetti della classica Cannabis. La Cannabis Sativa può raggiungere i 4/5 metri di altezza ed è originaria dell’Asia Centrale.

Perché i semi di canapa sono così importanti per un’alimentazione bilanciata?

I semi di canapa sono un mix perfetto di nutrimenti: composti per un quarto da elementi proteici e ricchi di fibre, molto versatili in cucina per la preparazione di numerose ricette.

Ad esempio? Possono anche essere consumati crudi oppure si possono anche realizzare dei deliziosi falafel…per un risultato davvero sorprendente al palato!

Scopri qui tutte le incredibili proprietà dei semi di canapa e i mille usi in cucina

 

Semi di chia

Piccolissimi, di colore grigio-nero e molto simili ai semi di papavero. Di cosa stiamo parlando? Dei semi di chia.

Considerati un super food davvero sublime, i semi di chia sono croccanti e dal sapore abbastanza neutro con numerose proprietà nutritive: sono ricchi di calcio, di sali minerali, vitamine e acidi grassi essenziali.

I semi di chia sono ricavati da una specie vegetale denominata Salvia hispanica, molto diffusa ed utilizzata in Centro e Sud America, ma poco conosciuta in Europa e in Italia.

Come usarli in cucina? Sono davvero molto versatili, quindi puoi decidere di assumerli tanto a colazione quanto a cena. A colazione per guarnire una tazza di porridge oppure a pranzo o a cena si possono aggiungere a una zuppa di cereali o all’insalata. Ma sono ottimi anche per uno snack! Li puoi assaggiare anche nelle nostre Merende Farro Mela e Zenzero.

semi di chia

 

Semi di Zucca

I semi di zucca, nonostante le loro piccole dimensioni, sono un alimento ricco di proprietà nutritive e spesso utilizzati come snack salutare.

I semi di zucca possono essere consumati sia crudi oppure tostati in forno a temperatura non troppo elevata per 15-20 minuti. Sono ottimi anche caldi e conditi con un pizzico di sale marino integrale. Oppure puoi provare i semi di zucca biologici contenuti nelle nostre Merende Farro Mela & Zenzero che gli danno quel tocco in più.

 

Semi di amaranto

L’amaranto è uno pseudocereale che come la quinoa è coltivato e utilizzato da più di 3000 anni. Amato soprattutto dalle antiche popolazioni del Sud America (Inca e Maya in particolare), che lo utilizzavano sia nell’alimentazione che nei riti religiosi, oggi è tornato sulle nostre tavole, grazie alle sue incredibili proprietà nutritive: ha un alto contenuto di calcio oltre che di ferro, magnesio, potassio e vitamina C.

Vuoi assaporare tutta la loro bontà? Prova la nostra Vellutata Zucca & Semi di Amaranto: un piatto delicato adatto ad ogni occasione, da servire da solo o con crostini di pane senza glutine.

Ti potrebbe anche interessare…

Che cos’è l’amaranto: scoprilo con questa piccola guida

 

 

 

Commenti

comments