cacao-in-polvere
,

Cacao in polvere: scopri come si ricava!

Chi non conosce il cacao in polvere, un composto fine, affascinante e aromatico che rende ogni ricetta un capolavoro di gusto e di profumi. Ma… ti sei mai chiesto come sia il processo che porta il frutto della pianta di cacao a diventare quel prodotto che tanto ami? Tranquillo, lo scoprirai grazie al nostro articolo 😉

La lavorazione del cacao, da frutto a profumato prodotto

Pianta originaria del Sud America (utilizzata già da Maya e Aztechi), il cacao oggi è sempre più apprezzato per le sue proprietà, oltre che per il suo gusto unico e interessante. Pronto a scoprire come viene lavorato? Iniziamo!

La raccolta: un dolce riposo

Il frutto della pianta di cacao, una volta raccolto, viene schiacciato e lasciato riposare per almeno una settimana. È a questo punto che vengono estratti polpa e semi.

La fermentazione: via la polpa!

In questa importante fase, i semi e la polpa vengono lasciati fermentare per circa 5 giorni, raggiungendo una temperatura di circa 50°. In questo modo la polpa si scioglie e viene separata dai semi. Questo processo inattiva il seme, impedendogli quindi di germogliare.

L’essiccazione: è il momento di prendere un po’ di sole

In questa fase i semi vengono posti al sole per bloccare la fermentazione e per ridurre l’umidità contenuta al loro interno. In questo modo i semi diventano più fragili, ammorbidendo la pellicola esterna e favorendone la separazione.

La torrefazione: senti che profumo!

Questa è sicuramente una delle fasi più caratteristiche e interessanti che coinvolgono il cacao. I semi vengono investiti da aria calda che permette di abbassare ulteriormente l’umidità e rilasciare tutto l’inconfondibile aroma. È a questo punto che vengono anche decorticati.

La triturazione: ecco a voi la “massa di cacao”

Il processo di triturazione vede i semi passare attraverso cilindri caldi che, fondendo il grasso in essi contenuto, li trasforma in una pasta detta “massa di cacao”.

La separazione del grasso

Buona parte del grasso contenuto nella massa di cacao viene eliminata attraverso semplice pressione. La parte rimanente (circa il 20%) è plasmata in particolari lastre.

La macinazione: ecco la polvere di cacao!

Le lastre ottenute nella precedente fase vengono macinate molto finemente, fino a ottenere una polvere impalpabile. Per il cacao magro si dovrà eliminare ancora una parte del grasso.

Adesso che sai come si ottiene il cacao in polvere non vedi l’ora di assaporarne l’incredibile gusto? Prova i nostri Biscotti Avena Senza Glutine Cacao, una perfetta sinfonia tra il sapore autentico dell’avena e l’aroma favoloso del cacao!

Commenti

comments